Obiettivi da cliccare

mercoledì 4 maggio 2016

Insegnare e migliorare nel rapporto con gli animali

Articolo pubblicato sulla Gazzetta del Sud del 4/05/2016

Educare i più piccoli per avere dei cittadini sensibili e consapevoli: questo l'obiettivo a lungo termine su cui si è basato il ciclo di incontri che si è tenuto ogni mercoledì di aprile nelle scuole di Marano Marchesato per combattere il randagismo. Ottanta giovanissimi hanno avuto modo di conoscere il comportamento più adeguato da adottare in presenza di un animale randagio o domestico, le precauzioni igieniche da osservare nel contatto e la possibilità di conoscere un po’ meglio gli amici a quattro zampe. Le lezioni sono state tenute dalla dottoressa Polino del Servizio igiene urbana veterinaria, con il benestare della dirigente scolastica Concetta Nicoletti e della vicaria Rosa Pisani. L'iniziativa, voluta da Vincenzo Covello, delegato al randagismo per il comune, si inserisce in un percorso di sensibilizzazione più ampio che ha previsto una mappatura del territorio, l'iscrizione ad una anagrafe per tutti i randagi e la loro sterilizzazione. Quest'ultima condizione sarà possibile grazie al personale sanitario di Cosenza che si recherà nel prossimo mese nella cittadina di Marano. L'attenzione è stata rivolta anche ai cani di proprietà che sono stati “microchippati”, in numeri si parla di 100 cani raggiunti dal provvedimento, grazie alle disposizioni comunali e al coinvolgimento dei padroni. «Vedendo la situazione nelle strade cittadine – afferma Vincenzo Covello - mi sono proposto di voltare pagina e fare qualcosa per il fenomeno del randagismo. Proprio per questo alle misure adottate fino ad ora seguiranno altri passi in avanti. Coinvolgere le scuole – ha concluso - ci ha permesso di parlare ed educare i cittadini di domani e di raggiungere le famiglie in maniera indiretta, ma decisiva. Inoltre, la partecipazione e la sensibilità dei ragazzi fa ben sperare in un futuro migliore per i ragazzi e per gli animali».