Obiettivi da cliccare

sabato 31 marzo 2012

Dynematica, un passo avanti con i software

di Bruna Larosa


Idee brillanti e novità a go-go che prendono vita grazie alla costruzione di software mai visti prima: che orgoglio poter dire anche questa è Calabria! I ragazzi di Dynematica portano avanti questa loro società di sviluppo software e con i loro racconti fanno sembrare tutto semplice: animare i bronzi, lavorare per l’Agenzia Spaziale Italiana, individuare nuove e più accattivanti dinamiche di insegnamento! Ne parliamo con Alessandro Senato, membro e fondatore di Dynematica.    

Chi siete e di cosa vi occupate?
Siamo un gruppo composto da 3 persone, da Dynematica sono passati altri ragazzi molto bravi, ma al momento la compagine fissa è composta da Roberto nei panni di grafico 3D e creativo puro, è lui che ci offre la maggior parte degli spunti per i nostri prodotti, da me nei panni di direttore artistico e da Carmelo nel ruolo di amministratore/commerciale/contabile/pragmatico/realista/uccisore di idee meravigliose perché costano troppo.

Dai videogiochi per passione ai videogiochi per lavoro, che studi avete svolto?
Non sempre il percorso formativo intrapreso da ragazzi coincide con quello che la vita ti propone per il lavoro, anzi non coincide quasi mai! Io ho fatto studi tecnici, Perito Industriale e poi Ingegneria informatica non conclusa. Un ramo che adoro quello dell'ingegneria e della scienza, ma che è affidato ad una classe accademica che rispecchia troppo la mediocrità che si respira in Italia oggi. Per questo motivo ho deciso di lasciare gli studi e intraprendere la via dell'imprenditoria dove ho potuto fondere le mie due passioni, la scienza e l'arte, in una disciplina che è quella delle nuove tecnologie di comunicazione come sono i videogiochi educativi e i nuovi media. Roberto è stato uno dei pochi fortunati a poter accedere al brevissimo corso di laurea di DAMS Multimediale dell’unical dove ha, fortunatamente, incrociato il prof. Maurizio Muzzupappa che lo ha fatto innamorare della grafica 3D. Una storia di fortuna e buoni professori. Carmelo viene anche lui da un percorso tecnico di Ingegnere Informatico e l'ho scovato in un angusto laboratorio dell'università durante il suo periodo di tesi tramite un amico in comune. E' stato assunto in Dynematica come programmatore, ma ora ha trovato la sua vera dimensione nell'amministrazione d'azienda!
È importante lavorare con qualcuno che segue le proprie inclinazioni?
Ho sempre creduto che ognuno dei ragazzi che ha lavorato per me dovesse prima trovare e poi seguire il proprio talento, questo è l'unico modo per sfruttare al massimo le potenzialità di tutti.

Bronzi che si animano, palazzi che "cambiano forma", ci sono effetti collaterali in una vita sempre un passo avanti?
Stare un passo indietro o stare un passo avanti sono entrambi nemici del successo. Se arrivi tardi qualcuno ha già avuto la tua idea, se arrivi troppo presto nessuno è ancora pronto per la tua idea: in entrambi i casi hai sbagliato qualcosa. I grandi successi hanno una grossa componente aleatoria: idea giusta, posto giusto e momento giusto. Tutti gli altri sono, ahimè, destinati al fallimento. Noi forse siamo più avanti rispetto alla realtà in cui viviamo, ma siamo solo discepoli e umili ammiratori degli immensi talenti che riusciamo ad apprezzare attraverso la rete. Gli effetti collaterali sono le frustrazioni dovute al gridare nel vento e nel dover aspettare la stagione fertile per poter piantare il tuo seme; ci è successo con il Tomo3D quando ci siamo sentiti dire "per questo prodotto ci vogliono ancora un paio d'anni", poi con Muraviglia e con le vetrine interattive, ed è per questo che il nostro obbiettivo al momento è trovare posti più fertili e più stimolanti dove sia quantomeno più probabile che le nostre idee siano quelle giuste al momento giusto.

Progetti per il futuro?
Attualmente stiamo lavorando con un'agenzia di Londra sull'advertising e abbiamo contatti con Los Angeles per la diffusione del Tomo3D (nuovo software di Dynematica che si propone di innovare l'attività didattica, n.d.r. ) nelle scuole della zona che hanno molto apprezzato il nostro lavoro. Siamo in attesa di conoscere la risposta di alcuni clienti per un paio di videogiochi educativi e abbiamo 2 prodotti di realtà aumentata per cui stiamo cercando finanziatori. La Calabria è la terra in cui sono nato, ma è oggettivamente inadatta alla nostra attività. Preferisco non illudere nessuno con discorsi romantici come "devo riuscire a farlo qui", perciò ti dico che stiamo progettando di trasferirci fuori dall'Italia.