Obiettivi da cliccare

giovedì 27 ottobre 2011

La cosentina Paola Bianchi nuova vicepresidente nazionale

di Bruna Larosa

Passione, forza e sorriso, queste le parole chiave dell’impegno nel sociale di Paola Bianchi, la cosentina che è diventata Vice Presidente Nazionale dell’Unicef Italia. Unanime il consenso per la sua nomina e così la prima donna in Italia a ricoprire una carica tanto alta all’interno dell’Unicef è anche una cosentina.

L’impegno sempre vivo e il forte carisma che la Bianchi ha profuso per la causa dell’Unicef hanno lasciato il segno, tanto che il territorio su cui ha operato fino a qualche mese fa in qualità di presidente dell’Unicef Cosenza, ha dato sempre prova di grande solidarietà rispondendo con entusiasmo alle iniziative locali e nazionali promosse dal comitato provinciale.

Neanche in un momento d’emozione come questo, Paola Bianchi, dimentica il suo viaggio in Bangladesh, un viaggio fatto alla scoperta di “cosa fa davvero l’Unicef” e che le ha impresso nel cuore la voglia di spendersi per la causa dei bambini e di far sempre di più, fino ad ottenere questo importante risultato.

Ancora una volta quindi, quando le si chiede della sua emozione risponde con tono pacato, pregno di serenità e consapevolezza: “Essere Unicef significa far parte di una grande famiglia in cui non ci sono distinzioni: si è tutti uniti dalla parte dei bambini e se così non fosse le cose non potrebbero funzionare! La verità è che un mondo a misura di bambino sarebbe un mondo migliore per tutti e tutti noi, adulti, dobbiamo contribuire perché ciò si realizzi. Questo che sto vivendo è un momento molto bello per me, che ho sempre creduto e portato avanti nella vita di tutti i giorni le intenzioni dell’Unicef. Ho visto i bambini nelle scuole italiane scoprire l’Unicef e riconoscersi nelle storie di bambini come loro ed emozionarsi: da questa emozione deve scattare la solidarietà e la volontà di accettare il prossimo, questa può essere già una realtà migliore.”



Pubblicato anche su Calabria Ora del 26 ottobre 2011