Obiettivi da cliccare

giovedì 4 agosto 2011

Catanzarese col Leone D'Oro


di Bruna Larosa



Quando ha scoperto la sua passione per il canto?

Ho iniziato a cantare all'età di sei anni, durante la notte di Natale. Studiavo anche danza, ma sentii che la passione per la musica era molto più forte, così iniziai a partecipare ai primi concorsi canori. È difficile spiegare cosa provassi da bambina, sentivo una grande emozione, ero felice sapevo dentro di me che avrei voluto cantare per il resto della mia vita!

Ha seguito un percorso di studi specifico?

Ho studiato per due anni canto e poi ho iniziato la mia “gavetta”. Ho avuto tante soddisfazioni, sono queste che mi spingono a lottare per il mio sogno. Non è facile, lo so, ma credo che chi ama veramente la musica non riesca a far a meno di cantare. Al di là del fatto di partecipare a programmi televisivi o diventare una pop star: quello che conta davvero è cantare...

Essere calabrese ha in qualche modo influenzato il suo sogno o il percorso che sta facendo per realizzarlo?

Devo ammettere che nascere in Calabria e decidere di intraprendere una carriera musicale non sia facile perché purtroppo la musica vive in altre realtà e bisogna sempre spostarsi. È da due anni che io non vivo in Calabria e questo mi dispiace molto. Amo la mia regione e sono fiera di essere calabrese, ma col tempo mi sono resa conto che era impossibile provare a realizzare il mio sogno rimanendo nella mia terra.

Qual è stata l'emozione più bella vissuta grazie al tuo sogno?

Il mio sogno mi permette di vivere la mia vita all'insegna di forti emozioni: quello che ti regala la musica è qualcosa di indescrivibile! Certo molte esperienze che ho fatto si sono risolte in grandi soddisfazioni e proprio queste, mi spingono a lottare ancora e a credere nel mio sogno.

Cosa ti aspetti dal punto di vista del tuo sogno per il futuro?

Ora sto lavorando per un progetto che spero abbia un futuro discografico. Proverò anche a partecipare a Sanremo Giovani. La cosa certa è che la mia vita sarà ancora piena di tante emozioni grazie alla musica


Pubblicato su Mezzoeuro in edicola dal 30 luglio 2011