Obiettivi da cliccare

lunedì 5 gennaio 2015

Acquisti on-line: un soldo risparmiato è un soldo guadagnato

di Bruna Larosa



Il risparmio è la miglior forma di guadagno. Lo sa bene chi in questo periodo di saldi affolla i centri commerciali e i negozi che preferisce per accaparrarsi un capo a prezzi eccezionali. C'è, anche, un altro modo per risparmiare e se ne stanno accorgendo sempre più persone.

Non bisogna essere economisti per ammettere che i prezzi on line sono, a volte, molto più bassi che nei negozi tradizionali, come non bisogna essere talmente ottimisti da credere che esistano solo brave persone che vendano oggetti perfettamente funzionali e funzionanti.

Molti programmi tv ci hanno aperto gli occhi sul fatto che on line possiamo trovare anche molte bufale: prodotti che vengono illustrati come miracolosi che in realtà non servono a nulla, accessori che sembrano bellissimi che sono ammassi informi di plastica di pessima qualità. In molti ritengono che sia proprio la qualità a venir meno: il non toccare con mano fa desistere dagli acquisti virtuali.

Quando si entra in un negozio si guarda, si prova, si tocca, si "veste", si capisce se un prodotto è effettivamente ciò che vogliamo. Agli acquisti on line si guarda sempre con diffidenza poiché viene a mancare il "contatto fisico" con il prodotto; come dicevano dei bravi venditori: "toccare è già un po' avere".

ATTENZIONE: la malafede e le truffe on line esistono. La cosa migliore è affidarsi a dei siti specializzati nella compravendita on line e non darsi al fai da te. Non inviate soldi prima del tempo, cercate di avere il maggior numero di informazioni possibili, confrontate le offerte con altri siti.

Se però il risparmio che si può avere on line è una spinta più forte in questo momento potete cercare di ovviare a questa mancanza da San Tommaso in altri modi. Parlate con il venditore, fate domande e chiedete anche altre foto: sarà importante per riuscire a capire bene com'è fatto qualcosa.