Obiettivi da cliccare

giovedì 17 dicembre 2015

UniCal, led e solare per risparmio ed efficienza

Articolo apparso sulla Gazzetta del Sud del 15 dicembre 2015

Risparmio energetico, ricerca dell’efficienza, progettazione e risultati utili, questi gli obiettivi dell’impegno profuso dall’ufficio di Energy Management e dalla Commissione Energia dell’Unical. I programmi posti in essere da questi due organi, secondo i piani, si concluderanno in tre scaglioni, i primi, già in corso, termineranno entro il 31 dicembre 2015, compresa la fase di rendicontazione. Altri, per i quali nello scorso mese di ottobre si era nella fase di preparazione dei contratti con le imprese risultate vincitrici delle gare, avranno come scadenza la consegna dei lavori nel prossimo mese di giugno. Per una terza parte, ancora in itinere, si ipotizza che la chiusura potrà coincidere con la fine del prossimo anno. «L’insieme di questi progetti prende il nome di “efficientamento energetico” – spiega il professore Dimitri Kaliakatsos, energy manager dell’Unical - ciò porterà a un minor consumo di energia annuo, si tratta di cifre come 5331 MWh/anno, cosa che avrà una ricaduta ambientale ragguardevole e, anche, un risparmio finanziario consistente per l’ateneo». I progetti che stanno per essere conclusi sono tre e prevedono la realizzazione di un impianto fotovoltaico convenzionale a servizio sia della biblioteca centrale che del complesso residenziale studentesco di "Monaci" e la realizzazione di un impianto fotovoltaico per “cubo tipo”, così denominato poiché sarà l’impianto standard adatto alle strutture di cui si compone l’università di Arcavacata. Questi due impianti fotovoltaici avranno una capacità produttiva totale di 1.400 MWh, corrispondente al 7% dei consumi dell’università. A questi due interventi va aggiunto anche la riqualificazione dell’impianto elettrico MT-BT locale Mega Centrale. Questi tre progetti sono finanziati dal ministero per lo sviluppo economico attraverso i fondi dell’Unione Europea. Vedranno la loro conclusione nel giugno del 2016 altri tre propositi, il primo dei quali prevede impianti a concentrazione solare per la generazione di energia termica a servizio dei complessi residenziali Socrates, Rocchi e S. Gennaro. La realizzazione di tali installazioni garantiscono un minor consumo di energia annua corrispondente a 1.026 MWh. Altro progetto di questa seconda fase è l’impianto di climatizzazione a pompa di calore elettrica, mediante l’uso di sonde geotermiche e alimentato da un campo di pannelli fotovoltaici; in questo caso il minor consumo di energia annua è stato stimato in circa 390 MWh. A queste novità si aggiunga la realizzazione di impianti solari termici a servizio dei complessi residenziali destinati a studenti e docenti, ovvero il quartiere Arcavacata, San Gennaro, Rocchi e parte delle Molicelle, che garantiranno un minore consumo di energia annua per la produzione di acqua calda, stimabile in circa 315 MWh. L’ultimo progetto, quello per il quale si stima la conclusione di qui a un anno, riguarda la riqualificazione dell’impianto di illuminazione artificiale interna degli edifici dell’università mediante la sostituzione con corpi illuminanti a tecnologia LED.